Passa al contenuto principale
Topic: Targa scolorita  (Letto 1423 volte) Topic precedente - Topic seguente
0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Targa scolorita

Dal momento in cui ci è pervenuta la richiesta di informazioni in merito alle targhe, vi invito a leggere questo articolo.


[glow=red,2,300]TARGHE SCOLORITE
SE DIFETTOSE SI PUO' CAMBIARLE SENZA COSTI
PUBBLICHIAMO LA CIRCOLARE DEL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE [/glow]
[/color]


--------------------------------------------------------------------------------



Continuano, purtroppo, i problemi sul fronte delle così dette "targhe scolorite": anche dopo la circolare che sancisce la sostituzione gratuita delle targhe difettose, gli utenti che si sono rivolti agli sportelli del Dipartimento dei trasporti terrestri (ex Motorizzazione) si sono visti negare la sostituzione gratuita dei pannelli deteriorati. Facciamo un passo indietro: dopo la denuncia pubblicata dal mensile "Quattroruote" nel mese di gennaio sul problema delle targhe "illeggibili" e a seguito dell'iniziale ipotesi secondo cui i malcapitati possessori di targhe "scolorite" avrebbero dovuto affrontare gli onerosi costi di una nuova immatricolazione per la sostituzione, l'Istituto Poligrafico e Zecca della Stato ha annunciato, supportato da successiva circolare interna ufficiale datata Febbraio 2002, che non solo si sarebbero effettuati tutti gli accertamenti del caso per capire da cosa dipendesse il deterioramento, ma che lo stesso Istituto avrebbe provveduto alla sostituzione delle targhe "scolorite", senza alcun costo aggiuntivo per gli automobilisti coinvolti nella vicenda. Noi stessi ne avevamo dato notizia sul nostro sito nel febbraio scorso. La circolare in merito, la MOT6/1098/60G1, sancisce il diritto da parte del proprietario di una targa difettosa, di poterla sostituire con una nuova, recante la medesima numerazione, senza alcun ulteriore onere a suo carico. Nonostante questo, gli utenti continuano a segnalare disfunzioni nel servizio: i funzionari del DTT non sembrano essere al corrente del contenuto della circolare e a quanti si rivolgono ai loro sportelli per richiedere la sostituzione asseriscono che i costi di re-immatricolazione sono a carico dell'utente perché non esiste alcuna comunicazione ufficiale relativa alla sostituzione gratuita delle targhe per questo specifico caso, fino ad arrivare ad alcuni impiegati che svolgono opera di scoraggiamento nell'intraprendere l'iter burocratico di sostituzione per via dei lunghi tempi di attesa (in alcuni casi stimati addirittura in due anni).
A questo punto ci sembra doveroso chiarire, a beneficio dell'utenza, la situazione:
- Esiste una circolare in merito al tema "Targhe Scolorite" ed è la MOT6/1098/60G1 la circolare ministeriale è stata diramata a tutti gli uffici provinciali via rete il 20 febbraio 2002;
- I tempi di sostituzione sono stati stimati in non più di 2 mesi;
- L'Iter prevede: restituzione all'ufficio provinciale del Dtt della targa difettosa in base alla circolare MOT6/1098/60G1; le targhe sono poi inviate al Poligrafo di Foggia e restituite ristampate entro 2 mesi; nel frattempo l'utente deve circolare con targhe di cartone, previa autorizzazione dell'ufficio Motorizzazione competente, riportando anche il riferimento alla circolare, con le quali non è però possibile andare all'estero.

Per maggiore chiarezza riportiamo anche il testo della circolare.

--------------------------------------------------------------------------------



Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento
per i Trasporti Terrestri
e per i Sistemi Informatici e Statistici
Direzione Generale della Motorizzazione e
della Sicurezza del Trasporto Terrestre

Prot. MOT6/ 1098/60G1 

Roma, 20 febbraio 2002




Ai Signori Coordinatori della MCTC
LORO SEDI


Agli Uffici Provinciali della MCTC
LORO SEDI

All'Assessorato ai Trasporti Turismo e
Comunicazione della Regione Sicilia
PALERMO

Alla Provincia Autonoma di Trento
Servizio Comunicazioni e Trasporti Motorizzazione Civile
TRENTO

Alla Provincia Autonoma di Bolzano
Ripartizione Traffico e Trasporti
BOLZANO

Oggetto: Deterioramento di targhe d'immatricolazione



In merito al verificarsi di casi di deterioramento di targhe di immatricolazione, si fa presente che, alla fine di attivare la procedura prevista dalla convenzione stipulata tra il Provveditorato Generale dello Stato e l'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato per la produzione delle targhe dei veicoli a motore, gli Uffici della Motorizzazione dovranno provvedere al ritiro delle targhe deteriorate ed al loro invio, unitamente alle proprie valutazioni, al Provveditorato Generale dello Stato, servizio Ispettivo Carte Valori, presso l'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, via Leone XIII, 333 ­ 71100 FOGGIA.

Qualora, a seguito di apposita verifica sulle targhe deteriorate, fossero accertati vizi, difetti, errori del processo di fabbricazione o dei materiali impiegati il Poligrafo dello Stato provvederà alla sostituzione di ciascuna targa riconosciuta difettosa con una nuova recante la medesima numerazione, senza alcun onere a carico dei proprietari dei veicoli.

A questi ultimi, nelle more, l'Ufficio Motorizzazione competente rilascerà un autorizzazione a munire il veicolo di un pannello a fondo bianco riportante le indicazioni di cui all'art. 102, comma 3 del C.d.S.

fonte:asaps
Vivo la mia vita un quarto di miglio alla volta per quei dieci secondi sono libero