Passa al contenuto principale
Topic: Tuscani - telecomando che fa le bizze - risolto (Letto 153 volte) Topic precedente - Topic seguente
0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Tuscani - telecomando che fa le bizze - risolto

Buonasera,

volevo condividere la mia esperienza col telecomando.
Non so se sia stata già discussa, ma sinceramente non ho mai cercato soluzioni in quanto era un problema sporadico.
Ora che si è presentato bene, è stato di facile soluzione.

Veniamo al dunque.

Ogni tanto succedeva che il telecomando non funzionasse.
Cambiavo la batteria, procedura di memorizzazione e via.

Anche se non ci ho fatto caso, bruciava più batterie il telecomando che benzina la macchina stessa.

Finché non ha cominciato a darmi problemi di funzionamento anche dopo un mese che cambiavo la batteria. Ricambiavo con procedura e tutto il resto. Magari batterie scarse. Magari...

Ripresentandosi il problema del mancato funzionamento in tempi brevi, senza cambiare la batteria, facevo la procedura di memorizzazione. E riprendeva a funzionare.
Nella speranza che il problema non fosse la ricevente o centralina che faceva i capricci, ma il telecomando fallato, andavo avanti.
Però col secondo telecomando, scarsamente utilizzato, non dava problemi.

Ieri di nuovo, esco dall'auto, vado per chiudere e... niente. Morto.
Chiudo con chiave.

Non ho fatto la procedura di memorizzazione, perché era da un po che non dava problemi, e quindi avevo dimenticato che a volte non era la batteria ma si smemorizzava.

Quindi decido di cambiare la batteria arrivato a casa.

A questo punto vorrei aggiungere che forse una volta sola che ho avuto il problema, il led di funzionamento non si accendeva. Tutte le altre volte, il telecomando non funzionava ma il led si accendeva alla pressione dei tasti.

Una volta addirittura, appena cambiata la batteria, funzionava ma lo dovevo avvicinare al parabrezza. Mooolto vicino.

Tornato da chi mi aveva cambiato la batteria, abbiamo fatto il test batteria (era carica) ed il test del telecomando. Trasmetteva, ma magari come aveva ipotizzato il negoziante era l'antenna del telecomando che faceva capricci.

Tutte queste cose oggi hanno trovato una spiegazione plausibile. Ipotesi, ma plausibile.

Ieri vado a cambiare la batteria.
Per toglierla, va spinta lateralmente e poi alzata.

Vado a farlo e mi si alza, da un lato, tutta la basetta.

Ora le placchette che servono da contatto per polo positivo e negativo della batteria, fanno anche da ancoraggio per la basetta in plastica. In pratica, un ancoraggio si era dissaldato....

Oggi mi sono accinto a risaldarlo.
Ho notato che la placchetta, prima di arrivare alla scheda, forma due piedini.
Uno si infila dentro la scheda e fa da ancoraggio, l'altro poggia sulla scheda e fa da conduttore. In ogni caso, essendo un unica placchetta  sono comunicanti tra loro.

Per saldare il piedino di ritenuta, basta girare la scheda e mettere stagno dall'altro lato (la scheda ha un foro passante dove si infila il piedino).

Il problema era saldare il piedino conduttore. Ancorché saldato il piedino di ritenuta, quello conduttore si vedeva chiaramente diviso dalla scheda. Quindi poteva fare contatto come no. O fare scarso/falso contatto a tratti.

Infilare il saldatore sotto la basetta era impossibile. Non col mio.

Quindi dal lato posteriore ho poggiato il saldatore lasciandolo a contatto per un po  in modo da far scaldare bene tutta la placchetta di metallo, dopodiché ho messo lo stagno, continuando a tenere il saldatore a contatto.

In pratica lo stagno si è liquefatto abbastanza da passare attraverso il foro dall'altra parte. Li si è agglomerato con la parte della placca appoggiata alla scheda, saldando insieme il tutto.

Certo il rischio era che colasse troppo e facesse ponte con altri componenti. Per fortuna non è successo.

Chiuso tutto con batteria nuova, rifatta la memorizzazione, ora apre e chiude a distanza. Una bella distanza. 35/40mt.


Ipotesi.
Il piedino si è dissaldato per il movimento laterale/verso l'alto dovuto al cambio batteria. Oppure qualche orologiaio ha usato un cacciavite per aiutarsi, e nel fare il movimento in parola, ha tirato troppo presto verso l'alto prima che la batteria fosse perfettamente svincolata lateralmente. E tirandosi tutto appresso. Molto probabile.

Lo scherzo quale era. Che rimesso in posizione, faceva contatto e passava la corrente, solo che:

- essendo solo appoggiato e non saldato, la quantità di corrente a volte non era sufficiente e dunzionava a distanza ravvicinatissima. (Provate ad allentare un polo alla batteria, la macchina non parte anche se a contatto)

- essendo solo appoggiato, a volte non faceva contatto, e dopo 30 secondi di mancata connessione con la batteria, il telecomando si smemorizza (riportato nel manuale. Nell'effettuare la sostituzione della batteria, non bisogna lasciare il telecomando senza corrente per più di 30 secondi. Non esplode. Però bisogna rifare la procedura di memorizzazione).


Quindi tanto tempo fa, qualcuno ha involontariamente forzato nella rimozione batteria, causandomi la rottura della saldatura.
Questo falso.contatto è quello che mi ha dato tutti i problemi e steanezze susseguitesi, di smemorizzazione, di malfunzionamento, di distanza.
E questo spiegherebbe come mai, nonostante la l7ce si accendesse non funzionasse. Si era smemorizzato causa interruzione di corrente per più di 30 secondi.

E spiega perché quando ho cominciato a fare la memorizzazione, anziché sostituire la batteria, funzionasse.

Tra l'altro, non mi ero mai accorto del problema perché all'inizio, ad ogni cambio batteria, eseguivo la procedura di memorizzazione. Quindi io credevo che riprendeva a funzionare grazie alla batteria nuova, e invece si era solo smemorizzato e bastava rimemorizzarlo (e ovviamente risolvere il problema del falso contatto, ovvero saldarlo).

Se vi trovaste nella stessa situazione, provate a memorizzare il telecomando prima di cambiare la batteria, se funziona, avete anche voi un problema sul collegamento dei piedini.

In ultimo, se vi fate la saldatura da soli occhio a :

- non mettere troppo stagno attraverso il forellino, per evitare ponte con altri componenti. Siate pazienti e moderati.

- assolutamente non soffiate sulla saldatura appena effettuata per aiutarla a raffreddare. Resistete all'impulso di farlo.

Se fate una prova, fate due saldature ma su di una ci soffiate sopra, vedreste come differenza che quella naturalmente raffreddatasi resta lucida  quella su cui avete soffiato diventa opaca.
Quest'ultima è detta saldatura fredda. Oltre ad averla aiutata a raffreddare, l'avete indebolita e resa estremamente soggetta a frattura... cede e si dissalda da sola.

Spero di non aver dimenticato nulla. Un po di foto