Passa al contenuto principale
Topic: Valvola a farfalla Hyundai Coupe - interventi possibili (Letto 6730 volte) Topic precedente - Topic seguente
0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Valvola a farfalla Hyundai Coupe - interventi possibili


La valvola a farfalla è quel dispositivo che regola l'accelerazione intervenendo sull'aria di ingresso: riducendo o aumentando l'aria il propulsore aumenta o diminuisce la sua erogazione.

Sulla farfalla esiste un potenziometro di posizione dell'apertura della farfalla che comunica alla centralina quanto si sta "schiacciando".

Il potenziometro si dovrebbe trovare nella posizione indicata
  • dal cerchio "1" della foto a lato
  • il cerchio "2" invece indica i condotti di "riscaldamento" della farfalla.
  • sul cerchio "3" viene indicato invece l'aggancio del filo dell'acceleratore che è collegato direttamente alla farfalla interna tramite l'asse.



Questa foto, invece, indica la posizione della farfalla sulla zona alta del motore.La farfalla è posizionata nella medesima posizione in tutte le serie della nostra amata coupe.

Gli interventi sul corpo farfallato sono di tre tipi:
  • Eliminazione del condotto di riscaldamento sulla farfalla
  • Rettifica e/o aumento del passaggio d'aria del corpo farfallato
  • Sostituzione del corpo farfallato con uno di più grande sezione di passaggio.


Eliminazione del condotto di riscaldamento sulla farfalla

La farfalla dispone di un ingresso e un'uscita per il fluido di riscaldamento dell'auto per evitare che l'aria umida congeli la farfalla durante il passaggio dalla valvola (foto iniziale contrassegnata con il numero "2")

Va premesso che alle ns. latitudini questo problema non esiste se non ad altezze elevate (alpi o appennini) con condizioni climatiche particolarmente avverse e tenuto conto che si tratta di un intervento eseguito comunemente sulle coupe americane dove si rilevano temperature rigidissime in inverno, ben inferiori alle nostre, e sembra che non si sia riscontrato nessun tipo di problema si presume che tale intervento non porti a nessun inconveniente nemmeno in Italia.
Altra considerazione è che comunque sia, l'auto può partire al minimo (motorino di minimo Bosch) indipendentemente dalla farfalla e questo fa si che se la farfalla risulta congelata alla partenza (cosa che cmq può avvenire anche in un'auto di serie) basta rimanere al minimo fino a che il motore non sia caldo e il calore del motore stesso farà si che questa si scongeli.

Tuttavia, come ogni altro intervento, anche questo deve essere eseguito sotto stretta responsabilità e discrezione dell'utente che lo esegue.

L'eliminazione del condotto di riscaldamento può comportare un beneficio, soprattutto in estate, che è quello di non rendere la farfalla ed i condotti in suo stretto contatto "incandescenti" e quindi riscaldare ulteriormente l'aria.

C'è da considerare che un 1600/2000cc aspira tantissima aria e questa, vista l'elevata velocità, non dovrebbe essere influenzata più di tanto, tuttavia, da una prova pratica, è stato visto che l'aria da 27°C in ingresso (in estate) può arrivare anche a sfiorare i 45°C vicino alla farfalla, per cui l'eliminazione di questo riscaldamento forzato almeno non peggiorerà ulteriormente la condizione.

Inoltre il riscaldamento della farfalla fa scaldare anche tutto il collettore di aspirazione (essendo in metallo il calore viene ceduto anche a questo) che, inevitabilmente, tenderà a scaldare ulteriormente l'aria di passaggio: dilatando l'aria sarà più povera di ossigeno.

La sua spesa d'intervento è zero (in quanto a pezzi di ricambio) qualora siate in grado di eseguirla da soli e consiste nel:
  • Avere il motore molto freddo. (E' estremamente importante!)
  • Smontare il condotto dell'aria.
  • Staccare il 1° tubetto del riscaldamento in ingresso alla valvola (il primo dei due sulla valvola, si vedano le foto successive) munendosi eventualmente di carta assorbente (perchè un pò di liquido ne fuoriuscirà).
  • Staccare il 2° tubetto del riscaldamento sul motore (il secondo che si vede dei due, quello che risulta ancora attaccato alla valvola).
  • Girare il tubetto rimasto attaccato alla valvola a "U" sull'ingresso rimasto vuoto
  • Girare il tubetto rimasto attaccato al motore a "U" sull'uscita rimasta vuota.
  • Pulizia con uno straccio dell'interno della valvola a farfalla con la rimozione del grasso e sporco.
  • Rimontaggio del condotto dell'aria e del filtro.



Di seguito le foto del lavoro eseguito su di un motore Tuscani 2.0cc


Scatola filtro, debimetro, tubazione e valvola.


Occorre smontare la scatola filtro e togliere il tubo in gomma di collegamento alla valvola.


Come si presentano i condotti di riscaldamento sulla farfalla.


Il lavoro deve essere eseguito scollegando i tubi in gomma e riposizionandoli come nella foto


Altra foto di come devono essere riposizionati i tubi del riscaldamento


Altra foto di come devono essere riposizionati i tubi del riscaldamento


Di seguito le foto del lavoro eseguito su di un motore Turbulence 1.6cc


Per prima cosa smontare la parte superiore del filtro ed eliminare il tubo in gomma flessibile. Aiutatevi con un cacciavite. (Si noti il coibentante adesivo!)


Se avete un filtro in cotone cogliete l'occasione per verificarne la sua pulizia o, eventualmente, pulitelo, il motore ringrazierà.


Troverete la seguente situazione. i due condotti sotto la valvola vanno entrambi al motore.



Vista ravvicinata della zona dei tubi di riscaldamento.


Staccate i tubi come da figura, il primo dalla farfalla ed il secondo dal motore. Aiutatevi con un pappagallo da idraulici di dimensioni ridotte (lo spazio a disposizione è poco).


Girate un tubo sul lato del motore e l'altro sulla farfalla isolando di fatto il percorso del fluido dalla farfalla


Altra foto del lavoro, si evidenzia il tubo sul lato motore.


E' evidente il tubo sul lato farfalla.


B) Rettifica e aumento del passaggio d'aria del corpo farfallato

Alcune valvole a farfalla dispongono di uno scalino vicino alla farfalla e l'eliminazione di questo scalino può portare ad una maggiore fluidità dei gas e migliore erogazione ai bassi regimi.

Anche l'aumento del passaggio dell'aria, allargando la farfalla e facendosi rifare la farfalla può essere un'operazione che può rendere in termini di potenza motore: questa operazione deve essere eseguita, se fattibile, da personale estremamente competente.

Altro intervento è la limatura della zona centrale (asse) dove è applicata la farfalla: quando la farfalla è completamente aperta l'asse, in genere, oppone una resistenza di passaggio per il fatto di essere un "tondino sferico".

Limando una parte di questo tondino (attenzione alla quantità di materiale asportato pena rottura dell'asse) si può aumentare leggermente la quantità di aria in entrata e limitare la turbolenza/resistenza di ingresso.


Valvola a farfalla originale di un'auto.


Intervento, eseguito professionalmente, di riduzione del centrale della farfalla ed utilizzo di apposite viti svasate.

Le operazioni mensionate sono delicatissime in quanto se, durante la lavorazione, viene danneggiata la farfalla (l'asse della farfalla o la zona di chiusura) avremo un problema gravissimo da risolvere.

Spesso l'unico rimedio è la sostituzione della valvola... quindi a caro prezzo.

L'intervento, qualora si possa fare, deve essere eseguito da un professionista del ramo.

Di seguito alcune foto eseguite dopo una riduzione "artigianale" dell'asse centrale, eseguita su una farfalla di un'auto rottamata, quindi senza particolari rischi di incorrere in problematiche difunzionamento.

Foto di una farfalla di un coupe 1° serie con il centrale ridotto parzialmente


Questa foto evidenzia la riduzione del centrale: seppur modesta dovrebbe ridurre la resistenza dell'aria di ingresso


Questa foto evidenzia la riduzione del centrale a farfalla chiusa dalla parte del collettore di aspirazione

I risultati sono totalmente da verificare e probabilmente saranno da identificarsi solo in una migliore fluidità di erogazione ma la farfalla, di cui le foto sopra, non è mai stata installata a causa della delicatezza dell'argomento: se per un errore qualcosa dovesse andar storto ne vale la vita del propulsore dove sarà installata, per cui il lavoro è stato eseguito solo allo scopo di far vedere come poteva essere il risultato e che artigianalmente, questo tipo di intervento, è molto difficile e pericoloso da eseguire se non è eseguito da mani esperte..

Queste operazioni sono state tratte da materiale reperito su internet in siti web americani, dove spesso vengono eseguite operazioni del genere. Queste sezioni sono esclusivamente didattiche e qualsiasi danno per operazioni eseguite senza i corretti accorgimenti e professionalità del caso sono esclusivamente sotto la responsabilità di chi li esegue.

C) Sostituzione del corpo farfallato con uno di più grande sezione di passaggio.

Sostituire la valvola a farfalla con una più grande è spesso un intervento che può portare a dei buoni risultati.

Tuttavia i coupe europei di cilindrata 1600cc hanno un passaggio d'aria massimo (collettore di aspirazione) di 53mm per cui l'acquisto di un corpo farfallato di oltre questa misura potrebbe non portare ai benefici sperati in quanto si dovrebbe eseguire una modifica sul proprio collettore di aspirazione, il quale ha un diametro di ingresso di soli 54-55mm, per cui una ipotetica valvola di 60mm troverebbe un grosso "scalino" che potrebbe compromettere addirittura le prestazioni a causa delle turbolenze.

La modifica dovrebbe essere eseguita creando una sorta di imbuto ed eliminando tale scalino con opportuna fresatura sul collettore di aspirazione, facendo estrema attenzione ad aspirare, tramite un aspiratutto o un apposito aspiratore, i residui di metallo creati dall'operazione o addirittura rimuovendo il collettore di aspirazione per eseguire in sicurezza tutta l'operazione.

Comunque tale modifica penso che sia consigliarla solo dopo elaborazioni particolarmente pesanti al motore dove l'aria in ingresso risulta non più sufficiente per la combustione e resa massima del propulsore.

Occorrerebbe, inoltre, verificare la sezione e compatibilità della valvola del 2.0cc con quella del 1.6cc per poterne consigliare la sostituzione nel modello inferiore e verificarne, così, la bontà dell'intervento, senza dubbio più economica.

In alternativa su alcuni siti di elaborazione esteri (come www.sharkracing.com) esistono dei corpi farfallati appositamente studiati con sezione interna maggiorata per la loro installazione sul 2.0 ma non conosco, da parte mia e come detto in precedenza, la loro possibile resa e compatibilità sulla versione europea da 1600cc, mentre probabilmente portebbero essere prestanti sulla cilindrata 2000cc.

Essendo un argomento molto trattato all'interno del nostro forum questa sezione potrebbe essere modificata nel prossimo futuro.

Re:Valvola a farfalla Hyundai Coupe - interventi possibili

Risposta n. 1
Aggiornamento: nel mio storico ho eseguito due volte il lavoro di assottigliamento della farfalla.
Ultimamente ho montato la farfalla non prima di aver utilizzato del buon bloccafiletti sulle viti di serraggio della farfalla interna per evitare che le viti stesse, con le vibrazioni, si svitassero e causassero un danno ad un cilindro.

La resa non è stata percepita in qualità di modifica di prestazioni, solo un miglioramento della fluidità del motore appena percepibile ma senza particolari cambiamenti.
Vista la difficoltà della modifica (con il rischio di rottura o danneggiamento della farfalla) ne sconsiglio l'operazione se non a chi ha ottima manualità.
Sicuramente eseguire una serie di operazioni di miglioramento, raggruppate tutte assieme, conferiscono all'auto un cambiamento percepibile e con risposte superiori a livello di prestazioni, ma, ripeto, eseguite solo da chi ha molta manualità.