Passa al contenuto principale
Topic: Impianto a gas GPL gassoso aspirato su Hyundai Coupe (Letto 4312 volte) Topic precedente - Topic seguente
0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Impianto a gas GPL gassoso aspirato su Hyundai Coupe

Impianto a gas GPL gassoso (tradizionale) aspirato su Hyundai Coupe
Aggiornato il: 04-07-07

Questo tipo di impianto è il più vecchio rispetto a quelli esistenti sul mercato.
X
 
L'impianto della foto di sopra è una copia dello schema installato su quest'auto:
     
  • bombola di stoccaggio all'interno del vano bagagli.
  • Polmone di espansione
  • diffusore su farfalla
  • controllo della lambda

Personalmente ho avuto un impianto similare per la vecchia auto da me posseduta (Seat 1.3cc) che ha percorso circa 170.000km a gpl senza particolari problemi ed un risparmio stimato in circa 10.000 euro di carburante non comprato!

Questo impianto, ancora oggi installabile, comporta alcuni vantaggi e alcuni svantaggi rispetto a quelli più moderni.

Tra i vantaggi la possibilità di poter partire esclusivamente a gpl e quindi avere il massimo risparmio in assoluto, anche se va considerato che la pompa e tutto il circuito benzina possono danneggiarsi, con il tempo, a causa del loro mancato uso o uso estremamente ridotto (totale 2 pompe bruciate e vari pezzi di tubazione sostituiti nell'arco di 170.000km e 10 anni di gpl).

Altro vantaggio è che la meccanica di questo impianto è molto meno sofisticata rispetto ad altri e quindi teoricamente meno incline ad avere dei problemi tecnici permettendo di "digerire" qualsiasi tipo di GPL... anche sporc* (con tracce di soda).

Tra gli svantaggi occorre indicare la peggiore resa termica, l'impossibilità di poter parcheggiare nei parcheggi coperti e l'odore tipico
del gas che si sente in fase di accenzione e/o spegnimento a causa della cattiva accensione in questi specifici momenti.

Uno degli svantaggi più grandi è la possibilità, in caso di cattiva accenzione, di ritorni di fiamma che possono danneggiare l'aspirazione (farfalla, filtro, scatola filtro, ecc...) e, come detto prima, la possibilità di avere problemi alla pompa benzina ed ai condotti là dove il conducente decidesse di non far mai, o quasi mai, andare l'auto a benzina.

Di seguito una foto di un impianto del genere sul coupe dell'utente Strike.

X

Indicazioni per il Tuner:in caso di aspirazioni maggiorate con l'utilizzo di un filtro sportivo (tipo quello della foto) non dovete assolutamente creare un'aspirazione la cui presa d'aria sia rivolta verso l'anteriore perchè, a causa della ridotta regolazione dell'impianto gpl (ad eccezione di quelli a iniezione liquida), il motore non riuscirebbe ad avere sufficiente carburante rispetto alla quantità di aria che riceve ed avendo troppa aria la miscela risulterebbe troppo magra, causando perdite di potenza anche molto vistose.

E' consigliabile prendere aria facendola aspirare da sotto o cmq dal vano motore nella zona più fresca possibile e priva di turbolenze: anche se si aspira in una zona leggermente più calda, durante la miscelazione il gpl, raffreddando l'aria (questo è particolarmente freddo con temperature da 0° a -20°C circa a seconda del tipo di miscela propano/butano), aspira leggermente più ossigeno creando una leggera sovralimentazione e quindi meno problemi sull'aspetto aria calda.


L'effetto di raffreddamento dell'aria aspirata causato dalla temperatura fredda del gpl è maggiormente sentito negli impianti a iniezione fasata  (Landi, Brc, ecc...) ed estremamente enfatizzato negli impianti a iniezione liquida (da quest'ultimo la loro resa prestazionale superiore anche fino al 4-5% rispetto alla benzina).

Il Tuner più "Smanettone" può trovare in rete i vari programmi di gestione con i quali, collegati tramite pc alla centralina di gestione gpl, può variare i parametri, la regolazione del variatore di flusso, la pompata di gas durante lo schiacciamento improvviso del pedale dell'acceleratore (booster), il minimo, il massimo carico, ecc...

Da sottolineare che non è affatto vero che un'auto a GPL non può essere elaborata!

Il GPL è solamente un carburante e per tale va considerato: ad esempio, qualora decidiate di rimappare la  centralina elettronica, potete copiare il programma nuovo direttamente sulla centralina GPL, se l'impianto è BRC, oppure andare da un rivenditore Landi e farvi mappare appositamente la centralina GPL anzichè quella della benzina o, addirittura, come indico nei paragrafi precedenti, scaricarvi voi stessi il programma, comprare l'interfaccia e variare i parametri da soli.

Su quest'auto le modifiche oramai non si contano, tra le quali collettori in acciaio, aspirazione modificate, valvola farfalla modificata, sensori elettronicamente modificati, centralina rimappata, ecc...

La centralina originale dell'impianto non è mai stata toccata dall'installatore ma va dato atto alla bontà dell'elettronica (LANDI) che in automatico si è autoadattata ai carichi sempre più esigenti e l'auto, dopo le modifiche e dopo un lieve periodo di non ottimale funzionamento a gpl,  si è adattata benissimo ed in condizioni di utilizzo normale (soprattutto autostradale rispettando i limiti imposti) è risultato anche un notevole calo dei consumi, stimato anche in 12-14 km/litro di gpl, media difficilmente raggiungibile anche a benzina da un'auto "originale".

ATTENZIONE: tutte le operazioni "Tuning" vanno fatte fare da persone competenti... se siete voi stessi ad eseguirle la responsabilità è solamente vostra... ricordatevelo.

Questa pagina può essere aggiornata in futuro.